Torna indietro

16/09/2021

Al via il Programma di Sviluppo Rurale – Regione Marche 2014/2020 Sottomisura 6.1

Un vero e proprio ritorno alla terra quello che sta vivendo l’Italia nell’ultimo periodo.

Siamo il paese al vertice dell’Unione Europea per la presenza di giovani nell’agricoltura. E il numero non fa che aumentare giorno dopo giorno. Un ritorno favorito anche dalle nuove tecnologie, oltre che dall’opportunità rappresentata dai fondi europei e dai numerosi bandi predisposti dai diversi enti regionali.

Nel quadro di aiuti e degli innumerevoli finanziamenti in essere vi è la sottomisura 6.1 del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Marche. Misura fondamentale, questa, che permetterà ai ragazzi del territorio (e non solo) di dar via a nuove aziende, investire e ricevere assistenza professionale e tecnica durante tutto il loro percorso.

La Regione finanzierà i nuovi insediamenti con la possibilità di formarsi e acquisire le necessarie competenze professionali, realizzare investimenti strutturali in azienda e sviluppare attività nei settori dell’agriturismo, dei servizi sociali e della trasformazione di prodotti, attraverso procedure semplificate.

Assicura un premio che va dai 35 mila ai 50.000,00 € (nel caso vengano realizzare strutture in aree montane) e riconoscendo un contributo medio del 50% sugli investimenti.

Tra gli obiettivi del piano aziendale sono state considerate tutte le produzioni di qualità, non soltanto quelle biologiche.

Si tratta di un aiuto forfettario che, oltre a prevedere formazione e consulenza gratuita, assicura la rendicontazione ex post delle spese relative alle singole misure attivate con il pacchetto giovani e indicate nel piano aziendale, senza bisogno di presentare preventivi (i costi sono standardizzati), così da facilitare la procedura sia per chi aderisce al programma sia per la regione nella fase di controllo.

I beneficiari della sottomisura sono i giovani agricoltori con età compresa tra i 18 e i 40 anni al momento della presentazione della domanda, che possiedono adeguate qualifiche e competenze professionali e che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda e vi resteranno per almeno 8 anni.

Tutti coloro che presenteranno domanda dovranno risultare “agricoltori in attività” entro 18 mesi dalla data della concessione dell’aiuto anziché dal momento dell’insediamento.

La data di scadenza prevista per l’adesione al progetto e la presentazione della propria candidatura è fissata per il 21 dicembre 2021.

Visitate il sito della Regione Marche per saperne di più e affrettatevi.

Ultime News

13/05/2022

Micro, piccole e medie imprese agricole: al via il Fondo Investimenti Innovativi

Dal 23 maggio e fino al 23 giugno 2022, le imprese agricole potranno richiedere le agevolazioni del Fondo per gli investimenti innovativi relative alle attività di trasformazione e commercializzazione dei prodotti.

Scopri di più

06/04/2022

Ddl della montagna: incentivi per gli agricoltori e agevolazioni per gli under 35.

Approvato, in esame preliminare, un disegno di legge recante “Disposizioni per lo sviluppo e la valorizzazione delle zone montane”. Il Ministero degli Affari Regionali mette al centro la valorizzazione e lo sviluppo.

Scopri di più

11/02/2022

La peste suina africana torna a diffondersi in Italia. Che cosa sta succedendo e cosa aspettarsi per il futuro.

Mentre continuiamo a difenderci da una pandemia che ci ha costretti a due anni di isolamento, c’è un angolo del Paese che si deve preoccupare di un virus che non colpisce gli umani ma che potrebbe comunque causare danni.

Scopri di più
Hai bisogno di maggiori informazioni o non stai trovando quello di cui hai bisogno?

Contatta Ilaria, la nostra responsabile area marketing e comunicazione, sempre a tua disposizione per rispondere a tutte le tue domande nella ricerca della soluzione o del prodotto più adatto alle tue esigenze e discutere sullo sviluppo di nuove soluzioni innovative e sempre all’avanguardia per il completamento dei tuoi progetti.

Richiedi un contatto